logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Cibiana di Cadore

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             

News

Errore caricamento immagine.

Cibiana, il paese che dipinge la sua storia


Storia del paese di CibianaC’era una volta un paesino triste. Era abitato, per otto mesi su dodici, soltanto da bambini e vecchi. I bambini giocavano nelle s...

C’era una volta un paesino triste. Era abitato, per otto mesi su dodici, soltanto da bambini e vecchi. I bambini giocavano nelle stradine inerpicate su pendii, lontani dagli occhi dei genitori assenti; i vecchi stavano perennemente seduti sulle panchine di legno.Il paese si chiamava Cibiana, un grappolo di case sulle Dolomiti, a metà strada della valle che congiunge Pieve di Cadore a Cortina. Che fare per rendere allegra Cibiana durante l'esodo degli adulti gelatai? Ecco che qualcuno ebbe un’idea: quella dei “murales”.
Racconta Osvaldo Da Col, presidente della Pro Loco, oggi sostituita dal Comitato Arte a Cibiana: “Cibiana è un paese di emigrati, che pena per noi vedere tutti quegli orfani bianchi, quei nonnini abbandonati. Quasi tutti gli adulti fanno i gelatai in Germania per gran parte dell’anno. Noi, il gruppetto esiguo dei rimasti, abbiamo pensato di fare qualcosa. Poiché crediamo nella potenzialità turistica di Cibiana, abbiamo trovato un modo per attirare l’attenzione sul nostro paese: le pitture su muro. E’ stato nel 1980, quando fu costituita la Pro Loco. Avevo un libro sui murales messicani, un libro che mi aveva colpito e mi convinse che Cibiana poteva diventare il paese dei “murales”. I murales sono 55 e già moltissimi sono i turisti che vengono da noi per vederli (5 km dalla statale per Cortina). Il paesino è tutto saliscendi, fatto di case in gran parte vecchie, quindi caratteristiche. Disseminati qua e là i “murales” sono realmente qualcosa di interessante. Ognuno racconta (anche qui sta l'originalità) la storia della casa su cui è stato dipinto: Lelo il Liutaio, Pascal il Fabbro, Lole l’ultimo casaro, al moliner, la cadorina...L’e secuzione è stata affidata a pittori ben noti, quasi tutti veneti, i quali si sono impegnati nella fatica (sì, fatica anche fisica) soltanto per simpatia nei nostri confronti. Una bella Iniziativa che va aldilà degli aspetti folcloristici e turistici. E'un'autentica iniziativa artistica. Oltretutto, l'inserimento dei murales è stato fatto con cura, cioè nel contrappunto giusto con l'architettura rustica, quasi si trattasse di finestre dipinte.

Testo a cura di B. De Vido


Data ultimo aggiornamento: 04/05/2013
Via Masarié 182
P.Iva IT 00206240251
segreteria.cibiana@valboite.bl.it PEC: cibiana.bl@cert.ip-veneto.net